Lealtà impegno sorriso arrivano a Loano

Triathlon di Loano. Si parte alle 8, ora umana. (col senno di poi si capisce che una mezz’oretta di anticipo sarebbe servita per far tutto con un po di calma in più). Si arriva a Loano puntuali e un vigile che ha scambiato buon umore e gentilezza per il bel tempo ci indica la strada per l’impianto sportivo. Be’ almeno c’è il sole.
IMG-20150526-WA0000Ritiro pacchi gara, prova percorsi, Cuccioli e Minicuccioli in zona cambio, tutto senza soluzione di continuità. Sofi Babi e Pepe dispongono le loro cose. I Minicuccioli faranno le distanze della categoria superiore. Sarà dura ma siamo preparati. Pronti via. Fra spruzzi e schizzi Pepe nuota bene poi fa buone transazioni; in bici e di corsa si evidenzia l’anno in meno nei confronti dei Cuccioli più grandi, ma con grande impegno il giovane Peluso conclude la gara fra gli applausi. Bravissimo. Sofi e Babi nuotano una distanza che è 4 volte quella minima per la loro categoria. La consegna è di andar piano (una delle cose che bisogna imparare a fare, importante come andare forte). Sono bravissimi, tanto da non perdere contatto dagli atleti più grandi di loro. In bici e di corsa volano a vincere la loro categoria. Ce lo aspettavamo.
IMG-20150525-WA0001 IMG-20150525-WA0003Si preparino gli Esordienti. È il turno di Sara e Jo. Sara è nuotatrice e infatti esce prima dall’acqua (per la soddisfazione della mamma) ma sa che per lei la vera sfida comincia adesso: bici e corsa; le affronta con cipiglio e impegno e conquista il suo traguardo.
Gio è una diesel non molla mai e vien fuori alla distanza. Sta prendendo le misure alla nuova categoria e disputa una gara da veterana.
Bravissima.
Tocca ai Ragazzi, Solinda e Marta. Nuoto corto (100 m) Solinda è tra le prime a lasciare la piscina ed è seconda a uscire in bicicletta.
È una frazione sullo sterrato. Sol controlla la sua avversaria e quando decide per il sorpasso per un inconveniente cade. Si rialza, è spelata su entrambe le gambe ma reagisce, tira su la bici e si accorge che la catena è uscita, reagisce ancora e mentre scende una lacrima di dolore e rabbia si improvvisa meccanico e mette a posto il mezzo. In tante l’hanno passata. Come una furia inforca la bici e trasforma rabbia, frustrazione e dolore in forza ed impegno. Questa è resilienza, una delle cose che tentiamo di insegnare, Solinda mi riempie di orgoglio. Risale il gruppo e posata la bici di corsa si aggancia alla seconda. Ha dato tutto e riesce a conquistare un terzo posto che vale più dell’oro.
IMG-20150525-WA0006Ed ora Marta. Esce dall’acqua in mezzo al gruppo transizione veloce e gran ritmo in bicicletta. Anche lei cade e reagisce come una tigre riguadagna posizioni e tiene di corsa. Grande gara. Genitori simpatici e sorridenti, ottimi panini con la marmellata, medaglie per tutti.
IMG-20150526-WA0001

Lealtà….impegno……sorriso…..Virtus

PdP

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

2 × five =